Turismo e cultura sono spesso due concetti che troviamo connessi, un binomio imprescindibile, infatti un viaggio non è mai solo un viaggio, ma un’opportunità di arricchimento soprattutto dal punto di vista culturale. In questo abbinamento tra vacanza e cultura non possiamo non nominare il FAI, Fondo Ambiente Italiano, è una fondazione italiana che organizza interessanti esperienze turistiche, giornate ed opportunità per scoprire le bellezze d’Italia e non solo.

Cosa è il FAI?

Il FAI è una fondazione senza scopo di lucro, fondata nel 1975, sul modello del National Trust, con il fine di tutelare e valorizzare il patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano. Lo scopo del FAI è quello di curare in Italia luoghi speciali per le generazioni presenti e future, di promuovere l’educazione, l’amore, la conoscenza e il godimento per l’ambiente, il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione e di vigilare sulla tutela dei beni paesaggistici e culturali, nello spirito dell’articolo 9 della Costituzione. Salvaguardare e valorizzare il patrimonio artistico e naturale del nostro Paese, attraverso opere di restauro, l’apertura di beni storici, artistici e naturalistici ricevuti in donazione, in eredità o in comodato, è lo spirito che guida questa associazione, che mira a educare e sensibilizzare ognuno di noi alla cura dell’arte e al rispetto della natura.

Il FAI propone diverse attività per raggiungere il suo scopo, quali per esempio, la giornata FAI di Primavera e d’ Autunno, che viene organizzata durante i weekend, in modo da garantire l’accessibilità a tutti. Si tratta di una manifestazione, in voga dal 1992, che offre la possibilità di visitare innumerevoli beni italiani – sia di interesse artistico/culturale che naturale. L’iniziativa prevede l’apertura straordinaria e l’accesso al pubblico, a luoghi di varie città che spesso risultano inaccessibili. La fondazione propone anche visite guidate ed eventi.

In vacanza con il FAI

L’attività del FAI, coerentemente con la sua missione, si concretizza in tre ambiti: la protezione di Beni artistici e naturalistici; la sensibilizzazione delle persone al valore del patrimonio paesaggistico e monumentale; la mobilitazione attiva per proteggere il paesaggio a rischio.

L’associazione Fai, ogni anno propone un ricco calendario di viaggi culturali in Italia e all’estero, tra arte, architettura, archeologia, storia, musica e natura, alla scoperta di percorsi inediti e luoghi speciali, con guide esperte e appassionate.

Viaggiare con il FAI è speciale, si visitano luoghi straordinari. I punti su cui lavora il FAI è promuovere itinerari originali, programmi spesso inediti che includono visite esclusive, in luoghi speciali, generalmente chiusi al pubblico. Tutto guidato da storici, archeologi, geologi, docenti eccezionali, che con la loro passione e competenza accompagnano alla scoperta di luoghi unici.

In vacanza con il FAI
In vacanza con il FAI

Aspetto che viene curato è tenuto al primo posto è il comfort, qualità, fascino e ospitalità sono i criteri di selezione del FAI quando pianificano un viaggio. Accompagnati ovviamente dalla giusta compagnia, con il FAI viaggi insieme a persone che condividono i tuoi stessi interessi e il tuo desiderio di scoprire in modo insolito le mete prescelte.

Infine aspetto da non sottovalutare è fare un viaggio con il FAI è utile perché significa contribuire concretamente a sostenere le attività di tutela del paesaggio italiano. Queste iniziative offrono l’opportunità di conoscere luoghi della propria città che, normalmente, non si andrebbero a visitare, ma invogliano anche ad andare ad esplorare altre città, più o meno lontane rispetto a quella di appartenenza, e curiosare le varie opere. Intraprendere un viaggio FAI significa voler arricchire il proprio bagaglio culturale, conoscere culture nuove e differenti tradizioni, monumenti architettonici, opere uniche nel proprio genere, si tratta sicuramente di un’esperienza bella da vivere.